HTTPS, ecco come proteggere il tuo sito


Comment

Consigli

Il protocollo https garantisce la sicurezza dei dati personali che gli utenti inseriscono durante la navigazione dei siti web. I browser come Chrome o Firefox incoraggiano gli editori dei siti web ad adottare il protocollo https al fine di avere una rete ben protetta.

HTTP / HTTPS, Che significa ?

Http (HyperText Transfer Protocol) e https (HyperText Transfer Protocol Secure) sono protocolli di comunicazione tra client e server. Permettono lo scambio di dati tra il browser di un utente e il server di un sito web.

Negli ultimi anni, Google ha incoraggiato i publisher di siti web a passare da http a https per aumentare la privacy e quindi la sicurezza degli utenti. Infatti, il protocollo https consente la crittografia dei dati scambiati tra l’utente e il server, che impedisce l’intercettazione delle informazioni da parte di terze parti.

Questa tendenza sta accelerando da oltre un anno. Ad esempio, secondo Google, nel 2017, 71 dei 100 siti più visitati al mondo sono stati protetti dal protocollo https contro I soli 37 nel 2016.

 

Statistiche di Chrome relative alla quota di siti web in https nel 2016 e nel 2017 in base ai sistemi operativi :

 

20162017
Android42%64%
Mac60%75%
Windows51%66%

 

Se questa transizione è così veloce è perché il mondo web sta agendo in questo modo. Infatti, i browser contrassegnano i siti che non sono in https come non protetti per avvisare gli utenti. L’Autorità di certificazione di crittografia Let’s fornisce agli editori di siti web certificati SSL gratuiti che semplificano l’accesso a https. Infine, host web come OVH e WordPress.com hanno contribuito all’attuazione dei certificati nei siti ospitati.

Come differenziare i siti sicuri dagli altri ?

Sito protetto

Quando si naviga su un sito web sicuro, viene visualizzata la barra di ricerca del browser come qui sotto. Ciò significa che i tuoi dati personali sono privati e non possono essere aggrediti. In questo modo è possibile navigare in modo sicuro sul sito.

Sito non protetto

Se si naviga su un sito non protetto, la barra di ricerca si presenta come nell’imaggine qui sotto, è sconsigliato inserire informazioni personali in siti non protetti, in quanto potrebbero essere utilizzati per fini molesti.

Sito non protetto o pericoloso

Quando sei su un sito web, se la barra di ricerca del tuo browser viene visualizzata come nell’immagine qui sotto, significa che stai navigando in un sito web pericoloso o non sicuro. È fortemente sconsigliato di fornire informazioni personali o addirittura visitare questo sito. Un utente malintenzionato potrebbe avere accesso ai tuoi dati.

Oltre allo stato di un sito non protetto, i siti che non dispongono di https potrebbero essere penalizzati in termini di riferimenti naturali su diversi motori di ricerca e pertanto osservare un declino del traffico. Al contrario, i siti in https dovrebbero tornare in cima ai risultati della ricerca.

Come passare in https ?

È necessario ottenere un certificato Secure Socket Layer (SSL) per garantire una connessione protetta tra il server del sito web e il browser degli utenti.

Diverse autorità di certificazione come Let’s Encrypt o Comodo possono fornire questa autorizzazione . Let’s Encrypt è gratuito e perfettamente adatto per siti personali, mentre Comodo è a pagamento ma è più adatto per siti professionali o di commercio elettronico.

Quando si dispone del certificato SSL, è necessario installarlo sul server. Questo passaggio è di solito fatto dal tuo host.

Conclusione

Come è dunque facilmente intuibile, l’adozione del protocollo https ha molti vantaggi. Se il tuo sito è ancora in http, ti consigliamo vivamente di passare a https per garantire la sicurezza dei tuoi utenti da un lato, ma anche per aumentare il tuo traffico grazie al SEO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *