Pubblicità su un sito internet o blog: qual è la soluzione migliore?


Comment

Consigli

Hai un sito web e vuoi monetizzare il tuo traffico inserendo pubblicità? È facile perdersi tra le moltissime opzioni esistenti. Per guidarti nella monetizzazione del tuo sito abbiamo cercato di raccogliere il più possibile i vari modi per mettere la pubblicità su Internet e le diverse modalità di remunerazione esistenti. Sta a te scegliere il modello che  si adatta meglio, in base al traffico del tuo sito e dal luogo in cui vuoi pubblicizzare le tue pagine.

CPM, CPC, CPL, quale soluzione scegliere?

 

Remunerazione CPM

 

Il CPM (costo per mille) è un pay per view: guadagnerai una certa quantità per 1000 visualizzazioni pubblicitarie. Ad esempio, se decidi di diffondere un annuncio CPM di 1€ su tutte le tue pagine e il tuo sito salva 100.000 visualizzazioni di pagina, guadagnerai  100 €.

 

Il pagamento CPM è molto interessante perché assicura una remunerazione per ciascuna delle tue visite; anche se nessuno fa clic sull’annuncio. Se il tuo sito ha un traffico significativo o crescente, può essere molto redditizio.
Esistono molti formati : classici (standard IAB), di forte impatto, video, mobile , ecc. La grande sfida per l’editore è quella di scegliere la combinazione ideale che gli permetterà di massimizzare i propri ricavi senza interrompere la navigazione dei suoi visitatori.

 

In generale, più il formato pubblicitario è visibile sulla pagina, più ti porterà un’entrata significativa. Per ulteriori informazioni sui diversi formati esistenti, nella pagina FORMATI troverai le caratteristiche di ciascuno di essi.
Le tue revenues dipendono dalla scelta dei formati, dal numero di annunci visualizzati e dal periodo dell’anno. E sì! È ovvio che le campagne pubblicitarie sono molto più numerose poco prima di Natale piuttosto che a metà agosto. Ecco perché i tuoi guadagni potrebbero variare durante tutto l’anno.

 

Possiamo anche notare che il mondo della pubblicità sul web sta rapidamente cambiando insieme alle relative tecnologie. Il processo più utilizzato è quello programmatico: è l’automazione dell’acquisto / vendita dello spazio pubblicitario sui siti web.
È un po ‘come il mercato azionario! Da un lato, gli acquirenti dello spazio pubblicitario (domanda) che vogliono diffondere le proprie campagne e, dall’altro, i siti web (offerta) che propongono i loro spazi dedicati alla pubblicità.
Questi attori si incontrano nei mercati virtuali (adexchanges) che consentono la diffusione di pubblicità sui siti. È questo sistema che consente ai siti di qualsiasi dimensione di poter visualizzare la pubblicità delle più grandi marche senza essere in diretto contatto con loro.

 

Il risultato è un sistema di aste tra diversi inserzionisti per garantire all’editore il miglior CPM possibile, chiamato RTB (offerta in tempo reale).
L’RTB consente di essere certi di massimizzare i profitti di un display pubblicitario  CPM, anche se il tuo sito non registra un traffico molto importante.

 

Molte agenzie offrono la pubblicità a CPM utilizzando il sistema programmatic: per esempio, The Moneytizer lavora con più di 40 partner pubblicitari per generare il CPM più elevato possibile.

 

Remunerazione Pay per click o lead

 

CPC ( costo per clic) ampiamente utilizzato dagli inserzionisti. Questo è, come suggerisce il suo nome, un pay per click: sarai pagato solo quando un visitatore fa clic sul banner sulla tua pagina.

 

Questo metodo di pagamento può essere superiore al CPM. Tuttavia, è più restrittivo perché non fornisce il reddito minimo. Puoi pubblicizzare benissimo senza guadagnare nulla se nessuno clicca sul tuo annuncio.
Tuttavia, questo rimane una buona opzione per i siti di nicchia con pubblicità altamente mirata, che tendono ad avere un alto tasso di clic.

 

Esempio: se hai un sito sulle migliori località pescherecce  e pubblichi annunci per gli accessori per la pesca, è probabile che ottieni un ottimo tasso di clic.

 

Diverse piattaforme pubblicitarie offrono questo tipo di prodotti, tra cui AdSense, agenzia pubblicitaria di Google, che è innanzitutto in questa nicchia.

 

Nella continuità del CPC troviamo il CPL ( costo per lead) . Si tratta di una remunerazione che si verifica quando il visitatore esegue un’azione particolare sul sito dell’inserzionista (sottoscrizione di una newsletter, applicazione per il test di un prodotto …). Un Lead può anche essere un acquisto sul sito dell’inserzionista.

 

Come si può intuire, c’è un margine importante creato tra la visualizzazione di una pubblicità e un Lead. Quando sappiamo che uno su 1000 fa clic su un annuncio, è molto difficile stimare il numero di lead che lo stesso sito sarà in grado di generare mensilmente.

 

L’affiliazione

 

L’affiliazione è un sistema basato sullo scambio di link / banner. Un sito web di un affiliato scambia i collegamenti commerciali con un altro sito affiliato. Ad ogni vendita effettuata sul sito web dell’inserzionista, l’affiliato riceve una commissione sul fatturato generato.

 

Questa tecnica può essere paragonata al CPC,  la differenza è che si basa su un vero e proprio sistema di partnership. Diverse piattaforme pubblicitarie propongono di mettere insieme gli editori o gli inserzionisti che desiderano trovare partner, come Affilinet.

 

Come per il sistema CPC, l’affiliazione si basa sulle “prestazioni”. È quindi molto importante scegliere i partner ed gli inserzionisti.

 

Altri modi per guadagnare con il tuo sito web o blog

 

Campagne pubblicitarie dirette con l’inserzionista

 

Le campagne dirette sono il modo più semplice per guadagnare con il tuo sito. D’altra parte, si applica solo a 2 tipi di siti.

 

Se sei un publisher premium (più di un milione di visitatori unici al mese), puoi potenzialmente interessare alle marche più importanti. In questo caso, la scelta migliore è quella di rivolgersi ad un’agenzia di pubblicità la cui missione è quella di “riempire” il tuo sito pubblicitario per una commissione sul guadagno. In una campagna diretta, l’inserzionista interagisce con l’editore / la sua piattaforma pubblicitaria , per un certo numero di impression, clic o addirittura conversioni rispetto a una quantità predeterminata.

Se il tuo sito è particolarmente rilevante per una determinata categoria di persone (ad esempio, residenti in città), puoi offrire agli inserzionisti locali l’esecuzione della campagna per un periodo di tempo determinato in cambio di una compensazione.

 

Questo tipo di campagna può essere molto gratificante per te, ma richiede molto tempo: cercare potenziali inserzionisti, tariffe negoziali, ecc.

 

Articoli sponsorizzati

 

Scrivere articoli sponsorizzati è un modo sottile per fare soldi senza pubblicità diretta. L’obiettivo è semplice: un inserzionista ti chiede di scrivere un articolo (ad esempio su uno dei suoi prodotti) che sarà totalmente integrato nel tuo sito, rispettando determinate condizioni (grafica, punti principali , link eventuali ).

 

I visitatori del sito non possono immediatamente comprendere se si tratta di pubblicità , sebbene la menzione “contenuto sponsorizzato” deve apparire . Questo tipo di pubblicità può essere molto vantaggioso in alcuni casi, soprattutto per quanto riguarda le campagne grandi e ben mirate (ad esempio, un articolo su un prodotto cosmetico sponsorizzato in un rinomato blog di bellezza).

 

Molto remunerativo, tuttavia richiede una costante ricerca di partnership dalll’editore per aver sempre articoli  da sponsorizzare online. Inoltre, un inserzionista sarà interessato al tuo sito solo se hai una buona reputazione.

 

Vendi i prodotti

 

Se il tuo sito è molto specializzato in un campo, è possibile compilare tutti i tuoi articoli (o almeno ciò che emerge principalmente dal tuo sito) in un libro che puoi offrire in vendita direttamente nel tuo sito.

 

Esempio: se hai un blog di foto in cui pubblichi articoli settimanali con le foto più belle, puoi creare un ebook “La foto essenziale” che raccoglierà i tuoi articoli migliori.

 

Detto questo, realizzare un ebook richiede un grande lavoro mentre la tua visibilità sarà ancora molto bassa. Puoi utilizzare questa soluzione se hai molto tempo e desideri raggruppare tutto il tuo lavoro in un libro elettronico o fisico.

 

I nostri consigli per una  pubblicazione intelligente delle tue pagine

– sensibilizzare i visitatori: alcuni visitatori possono essere riluttanti a vedere l’arrivo di pubblicità sul tuo sito. Devono essere sensibilizzati spiegando che la pubblicità è solo un modo per pagare il lavoro da te fornito. È inoltre importante sottolineare il fatto che l’utilizzo di un adblocker per gli annunci che impedisce all’editore di essere compensato per gli articoli che offri gratuitamente.

– Non sovraccaricare: troppa pubblicità uccide la pubblicità e sarebbe un peccato rovinare il tuo sito con un surplus di pubblicità. La cosa migliore da fare è scegliere i formati non intrusivi che si adattano bene al tuo . Per non allontanare i tuoi lettori, ti consigliamo di non superare i formati da 2 a 3 per pagina.

– Piuttosto in cima: i formati visualizzati nella parte superiore del tuo sito sono i più redditizi perché portano una buona visibilità agli inserzionisti.

– Scegli il tuo formato in base al tuo pubblico: se il tuo sito è principalmente accessibile tramite smartphone, è essenziale scegliere i formati mobili (responsive). Gli altri mezzi di consultazione non devono essere abbandonati.

 

In conclusione, ci sono molte possibilità per monetizzare un sito web. Perciò dipende da te scegliere il tuo modello in base al tuo traffico, al tempo che sei disposto a spendere per la pubblicità e la tipologia del tuo sito.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *