CONTATTACI

Le nuove tecnologie del 2022


Commento

Neue Technologien

Le nuove tecnologie si applicano sia alla vita professionale che a quella personale. È quindi necessario aggiornare le proprie competenze al giorno d’oggi, per un semplice motivo: la tecnologia si evolve costantemente e cambia molto rapidamente.

Sono molti i temi che scuotono il settore tecnologico e digitale nel 2022.

Queste includono tendenze in costante sviluppo, come la realtà virtuale e l’intelligenza artificiale, oltre al più recente, ma molto discusso, metaverso

Sviluppo dell’intelligenza artificiale (IA)

Per comprendere l’impatto delle nuove tecnologie sulla nostra vita quotidiana, inizieremo parlando dell’intelligenza artificiale (AI).

Nel 2020, il mercato dell’intelligenza artificiale avrà un valore di oltre 22 miliardi di dollari. Secondo le stime, entro il 2025 potrebbe avere un valore di 110 miliardi di dollari.

L’IA è una tecnologia così vasta e complessa che è difficile darne una definizione precisa. Tuttavia, sappiamo che il concetto è nato con il matematico e crittologo Alan Turing. Nel 1950 si chiese se le macchine potessero pensare. Alla fine, questa semplice domanda ha messo il mondo sottosopra.

L’intelligenza artificiale mira a capire come funziona la percezione umana e a cercare di riprodurla. A tal fine, è necessario utilizzare tecnologie basate su algoritmi. Queste tecnologie hanno innumerevoli varianti. 

In definitiva, può essere vista come l’implementazione di diverse tecniche per dotare le macchine di una qualche forma di intelligenza.

Il fatto che l’IA si sia sviluppata abbastanza rapidamente ha reso possibile la sua integrazione in vari campi come la salute, l’istruzione, i trasporti, la finanza e la sicurezza. Lo sviluppo dell’IA ha molti obiettivi diversi. Come il miglioramento delle condizioni di vita, l’innovazione e la produttività, l’adattamento ai cambiamenti (climatici)… 

Molte aziende si stanno già affidando all’IA. 

Infatti, questa intelligenza consente un netto miglioramento delle prestazioni e della produttività aziendale. Automatizzando processi che prima richiedevano l’attività umana, ad esempio. 

L’intelligenza artificiale consente inoltre di sfruttare i dati a un livello inaccessibile agli esseri umani. Questa capacità può generare vantaggi significativi. Ad esempio, Netflix utilizza l’intelligenza artificiale per personalizzare il proprio servizio. Infatti, il 95% dei titoli presenti sul vostro account sono suggeriti in base alle vostre abitudini di lettura. Questo ha permesso a Netflix di aumentare la sua base di clienti.

Altri vantaggi dell’utilizzo dell’IA in azienda : 

  • Aumentare la produttività
  • Ridurre gli errori
  • Maggiore precisione e dettaglio
  • Migliore comprensione del mercato
  • Nessuna pausa e lavoro ripetitivo
  • Autonomia, sicurezza, innovazione

Lo sviluppo dell’intelligenza artificiale presenta quindi una serie di vantaggi. Fornisce soluzioni a problemi complessi e ci solleva da alcuni compiti. Sebbene il costo dell’investimento possa essere elevato, consente di risparmiare tempo e di ottimizzare altre risorse. 

Il (Vero) Inizio della Realtà Virtuale

Nuova tecnologia significa realtà virtuale!

La realtà virtuale (VR) come la conosciamo oggi ha iniziato a svilupparsi seriamente nel 1990. È in questo periodo che la realtà virtuale è diventata popolare. Ne hanno parlato tutti i media. Ma il principio della realtà virtuale era ancora vasto e non tutti potevano permettersi di provarlo. Oggi la realtà virtuale è molto più accessibile.

La realtà virtuale è una tecnologia potente che permette di immergersi in un mondo artificiale creato digitalmente. Promette di cambiare la nostra vita!

A seconda della tecnologia utilizzata, permette all’utente di sperimentare un mondo virtuale attraverso diversi sensi: vista, tatto, udito, olfatto. Per garantire un‘immersione totale, la persona utilizza un casco per la realtà virtuale, che sfrutta il principio della visualizzazione 3D.

In definitiva, la VR è come un sogno da svegli che si svolge in un mondo magico simile a un cartone animato, o che ci trasporta in un’altra parte dell’universo. 

Possiamo anche interagire con persone, reali o immaginarie, all’interno di nuovi mondi. 

Considerato il fatto che la realtà virtuale è ancora una tecnologia giovane, le sue cifre sono impressionanti.

Si prevede che il tasso di crescita annuale del mercato raggiungerà il 21,6% entro il 2027. 

Entro il 2030, potrebbe addirittura superare il mercato televisivo, generando almeno 110 miliardi di dollari. Questo è abbastanza ovvio, vista la popolarità di questa tecnologia sul mercato.

Attualmente, il grande pubblico non è molto interessato a questa tecnologia, poiché la domanda è concentrata sui videogiochi. In effetti, coloro che preferiscono la realtà virtuale sono le aziende. Lo utilizzano ovunque, sia per lo sviluppo del business, sia per aiutare i consumatori a scegliere, sia per formare i propri dipendenti. Le aziende sono sempre più attente a questa tecnologia perché vogliono innovare costantemente.

È impossibile parlare di RV senza menzionare il Metaverso: il punto di svolta della realtà virtuale.  

Ultimamente, il Metaverso è diventato uno dei termini più discussi, soprattutto nel settore tecnologico e dei giochi. 

Immaginate un mondo digitale in cui potete vivere una vita parallela senza lasciare il vostro divano. Benvenuti nel Metaverso, un concetto sviluppato nel 1992 da Neal Stephenson in un romanzo di fantascienza, che diventerà il futuro di Internet.

Si tratta quindi di un mondo virtuale e immersivo nel quale si potrebbe eventualmente interagire, tramite interazioni 3D, con altre persone. Questo mondo è creato dalla convergenza di una realtà aumentata e di uno spazio virtuale sostenibile, che comprende l’insieme di tutti i mondi virtuali.

Al di fuori del mondo dei videogiochi, il Metaverso sembra essere profondamente radicato nella società. In effetti, sembrerebbe che i lockdown successivi al Covid-19 abbiano accelerato il processo di digitalizzazione nella vita quotidiana, ma anche nelle aziende.

Infatti, molte grandi aziende come Carrefour o Ubisoft hanno recentemente annunciato l’acquisizione di terreni nel Metaverso. Facebook ha persino deciso di ribattezzarsi “Meta” e ha investito miliardi di dollari nel Metaverso. Anche Nike, Adidas e Disney hanno investito in questo lungimirante progetto. 

Ma per il momento il Metaverso non è che un concetto, una proiezione nel futuro. Se esistono già mondi virtuali immersivi, come Minecraft o Fortnite, non c’è comunque garanzia che il concetto sia un successo.

Tuttavia, la posta in gioco è così alta che è importante esaminare la questione ora, anche se probabilmente passeranno diversi anni prima che il concetto diventi realtà.

Un mercato in trasformazione

Le sfide del GAFAM  

Nel 2022, le grandi aziende tecnologiche statunitensi (GAFAM) dovranno affrontare molte sfide. Negli ultimi anni hanno dominato il mercato globale delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC), ma la loro posizione è sempre più messa in discussione

Stanno emergendo nuovi operatori, in particolare in Cina, e stanno implementando diversi modelli di business. In più, le GAFAM continueranno a essere sfidate da molti organismi. In particolare, perché denunciano le loro posizioni dominanti sulla raccolta e sul trattamento dei dati raccolti ai loro utenti. Le GAFAM dovranno adattarsi per rimanere competitive. 

Amazon in crescita

Sebbene l’ingresso di Amazon nel mercato pubblicitario sia recente, i risultati delle sue performance sono pari a 31.160 milioni di dollari per l’intero anno.

Secondo alcune stime, entro il 2021 Amazon avrà raddoppiato i suoi ricavi pubblicitari. Infatti, la crescita del gigante dell’e-commerce sarebbe del +50% rispetto al 2020.

Le attività pubblicitarie di Amazon comprendono la vendita di spazi a venditori/editori attraverso annunci sponsorizzati, display e video.

È soprattutto grazie alle loro dimensioni, alle loro risorse e alla loro conoscenza dei dati che le GAFAM possono ottenere risultati così buoni in questo settore. Infatti, condividono la maggior parte della quota di mercato con Google e Facebook (oltre il 70%). 

Tendenze finanziarie

La fine dell’anno 2021 ha segnato l’inizio della quarta rivoluzione industriale, caratterizzata dalla transizione verso l’economia digitale. Questa transizione avrà un profondo impatto sui mercati finanziari globali e le tendenze dell’adtech del 2022 riflettono questi cambiamenti. 

Grazie a queste tecnologie, ci si aspetta che le istituzioni finanziarie snelliscano i processi e riducano i costi. Il settore bancario e quello assicurativo sono i settori che dovrebbero beneficiare di questi progressi, ma non sono gli unici. La tecnologia finanziaria sta cambiando il modo di fare business in tutto il mondo e si prevede che le tendenze del 2022 contribuiranno a questa trasformazione.

Le tendenze finanziarie sono in costante evoluzione ed è quindi importante tenersi aggiornati sulle ultime innovazioni e sul loro impatto sui mercati. Si prevede inoltre un aumento degli investimenti in tecnologie finanziarie, in online banking e in pagamenti mobili. 

Infatti, esse consentono agli istituti finanziari di semplificare i processi e di ridurre i costi, ma anche di aumentare l’efficienza. Le tendenze principali per il 2022 includono la continua digitalizzazione dei servizi finanziari e la crescente automazione dei loro processi. 

Inoltre, le nuove tecnologie finanziarie come la blockchain e le criptovalute hanno il potenziale per sconvolgere completamente i mercati finanziari esistenti. 

Allora, cosa riserva il futuro dell’adtech? Lo possiamo solo immaginare. Ma una cosa è certa: con il progredire della tecnologia e lo sviluppo della nostra comprensione sul funzionamento del cervello umano, continueremo a vedere sempre più soluzioni adtech innovative che aiutano le aziende a connettersi con i loro clienti in modi nuovi. Allora, come immaginate il mondo di domani? Fateci sapere nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.