CONTATTACI

SEO : Come scegliere le parole chiave giuste?


Commento

SEO : Come scegliere le parole chiave giuste?

Il SEO (Search Engine Optimization) o più comunemente conosciuto come referenziamento naturale rappresenta un insieme di criteri da rispettare affinché il vostro cliente target possa trovarvi più facilmente attraverso i motori di ricerca. Scegliere le parole chiave giuste non è un’attività che si svolge causalmente e faresti male a trascurare questo aspetto della tua strategia digitale. L’ottimizzazione dei motori di ricerca è un’attività fondamentale se il tuo obiettivo è quello di monetizzare il tuo sito web.

Lo schema segue la seguente logica: Offrire un servizio o un prodotto. Per generare traffico sul tuo sito, devi essere visibile. Per fare questo, è necessario argomentare i vostri servizi e metterli in evidenza.  Ma come? Scegliendo le parole chiave giuste.

The Moneytizer ti offre uno sguardo dettagliato sulla metodologia utilizzata per scegliere le parole chiave giuste.

Infatti, queste ultime vi saranno di grande aiuto per soddisfare la domanda dei motori di ricerca, specialmente Google, e per ottenere la posizione desiderata nella prima pagina della ricerca. L’obiettivo? Acquisire traffico per costruire un pubblico di qualità.

Ricorda questo: la creazione di contenuti non ha senso se non conosci le tue buyer personas.

Le buyer personas sono una rappresentazione semi-fittizia dei vostri clienti ideali basata su criteri socio-demografici, psicologici e culturali, la cui identificazione dovrebbe permetterti di comprenderne meglio il comportamento, cioè:

  ·       Quali sono i loro bisogni?

·         Quali sono le loro problematiche? 

·         Come li puoi aiutare?

·         Come fanno le loro scelte ?

·     Sono influenzati da elementi interni o esterni al loro ambiente per prendere decisioni e quindi passare all’azione? 

Questa lista di domande da porsi non è esaustiva. 

Un piccolo consiglio: cercare di fare tuo il linguaggio del tuo cliente ideale ti permetterà di ottenere un effetto specchio per creare un senso di vicinanza e personalizzazione al tuo contenuto.

Se ci pensi, ha senso. Preferiresti leggere contenuti con cui puoi relazionarti e che ti possono riguardare/interessare o contenuti generici?

Comincia per definire i tuoi obiettivi

Prima di determinare l’elenco delle parole chiave che ti aiuteranno a performare bene sui motori di ricerca, assicurati di definire i tuoi obiettivi.

In effetti, voler avanzare è abbastanza lodevole, ma determinare la direzione in cui vuoi posizionarti ti darà la possibilità di mettere in atto dei passi a breve, medio e lungo termine per essere consapevole di star progredendo.

·         Hai riflettuto sui messaggi che vuoi trasmettere?

·         Hai definito la tua proposta di valore?

·         Quali contenuti desideri privilegiare?

·        Hai un vantaggio sui tuoi concorrenti? 

Rispondendo a queste domande sarai in grado di definire i tuoi obiettivi e di inserire le parole chiave selezionate in una logica di filtro di conversione.

Una volta completato questo passo, analizza i tuoi concorrenti al fine di definire il tuo ecosistema. L’obiettivo è quello di analizzare come essi comunicano e quali informazioni fanno emergere.

Chi è il tuo cliente target ?

Ok, stai facendo progressi nella definizione delle tue parole chiave, ma con chi vuoi condividere i tuoi contenuti?  

Nell’introduzione a questo articolo, abbiamo discusso l’importanza di conoscere il profilo del tuo cliente target ideale. Oltre ciò che abbiamo già trattato, puoi aggiungere queste domande prima di iniziare la ricerca delle parole chiave:

·        A quale pubblico desideri parlare? 

·         Chi sono gli utenti del tuo sito web? 

·         Su quale obiettivo ti vuoi focalizzare?

Tramite queste domande e ulteriori elementi, sarai in grado di targettizzare ancora meglio.

Quale o quali sono le informazioni principali: Situazione familiare, età, bisogni, occupazione, passioni, desideri, sogni, debolezze, paure, orari, percorso di vita, reti sociali o siti web consultati, abitudini web.

Un altro elemento importante risiede nella lingua che il tuo pubblico di riferimento usa per cercarti. Quando si lavora in un campo di attività, si tende sempre a pensare che il vocabolario che usiamo sia quello che usano i nostri utenti.

Un piccolo consiglio: guarda le recensioni e i commenti lasciati sui forum o sui social network per farti un’idea di come si esprimono. Questo ti darà una maggiore possibilità di capire il modo in cui espongono le loro richieste online. In questo modo, la scelta di buone parole chiave si basa sia su quelle del tuo campo di attività che su quelle più utilizzate dai tuoi utenti sui motori di ricerca. 

Hai a disposizione strumenti favolosi per trovare le vostre parole chiave

Ora è il momento di determinare le tue parole chiave in modo più specifico.

Gli elementi trattati precedentemente ti hanno permesso di lavorare sul tuo posizionamento e sulla comprensione del tuo pubblico di riferimento. Ora si tratta di scoprire quali opportunità sono a tua disposizione per creare contenuti di qualità. Da un lato per i motori di ricerca e dall’altro per i tuoi visitatori.

Ubersuggest

Ubersuggest è uno strumento di generazione di parole chiave che ti permette di definire le parole chiave più rilevanti per la tua strategia SEO.

Si tratta di uno step essenziale per migliorare il posizionamento dei tuoi contenuti sui motori di ricerca.

Lo strumento suggerisce parole chiave ed espressioni basate sulla semantica del campo in cui si opera. Per esempio, il campo degli elettrodomestici darà “elettrodomestici economici, ricondizionati, cucina…”.

Piccolo suggerimento: scegli una difficoltà di SEO il cui colore sia verde, il cui punteggio non sia troppo basso (tra 30 e 45) e il cui volume sia sufficientemente grande (tra 100 e 3000).

AnswerThePublic

AnswerThePublic è un ottimo strumento su cui puoi basarti per consultare tutte le richieste associate alle tue parole chiave.

Lo strumento ti offre la possibilità di consultare le domande poste intorno alla tua parola chiave, le preposizioni associate a una domanda come “quali elettrodomestici scegliere, elettrodomestici quando si trasloca”, le domande sotto forma di paragoni, gli argomenti legati alla tua parola chiave così come l’elenco dell’alfabeto associato alla tua parola chiave per ottenere più idee (esempio la C per elettrodomestici da cucina).

Piccolo suggerimento: le domande più frequenti sono quelle con un cerchio verde scuro.

Keywordtool.io

Keywordtool.io è uno strumento complementare a Ubersuggest per trovare più idee di parole chiave. La sua versione gratuita non vi permetterà di avere accesso alle statistiche, ma l’utilità di questo strumento è quella di posizionarsi sulle parole chiave a coda lunga.

Il principio della coda lunga è quello di scegliere parole chiave che attirano meno visitatori ma che nell’insieme possono rappresentare una parte significativa del traffico generato sul tuo sito web. Le parole chiave meno utilizzate sono meno competitive (ricordate la difficoltà SEO di Ubersuggest?) ma più facili da inserire nel vostro contenuto per ottimizzare la vostra posizione sui motori di ricerca.

Avrai più possibilità di ottenere una buona posizione con parole chiave a coda lunga. Esempio: Quali elettrodomestici per gli anziani a Parigi?

Naturalmente ci sono più parole, ma c’è anche meno concorrenza, quindi è un’opportunità per posizionarsi sulla prima pagina più facilmente.

Google Ads

Perché privarsi dello strumento di pianificazione delle parole chiave di Google?

Grazie a questo strumento, è possibile inserire diverse parole chiave o l’url del sito web di un concorrente per vedere il numero medio di query al mese, il livello di concorrenza per le parole chiave e il loro CPC.

Altre questioni, barra dei motori di ricerca e ricerche correlate

Se non ne hai ancora abbastanza di cercare parole chiave, puoi usare i seguenti strumenti aggiuntivi:

  • Gli “anche chiesto” (also asked): Si trovano nella prima pagina dei motori di ricerca, sotto i 4 primi risultati e sono le richieste più ricercate dagli utenti. 
  • La barra dei motori di ricerca: Questo è un piccolo trucco che probabilmente conoscete. Quando inizi a scrivere l’inizio di una query nella barra del motore di ricerca, ti mostra le parole correlate.
  • Le ricerche correlate: Si trovano in fondo alla prima pagina dei motori di ricerca.  Queste espressioni sono indicate da Google. 

Ora disponi dei metodi giusti per migliorare il tuo SEO. Ricorda che il SEO richiede del tempo. È uno strumento estremamente efficace, ma richiede regolarità e pazienza. Quindi non preoccuparti se non arrivi alla prima pagina in pochi giorni, i tuoi sforzi alla fine ti ripagheranno. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.